Alert system
gli avvisi del Sindaco sul tuo telefono

Attraverso il sistema “Alert System” il Comune ti avvisa telefonicamente con messaggi vocali in caso di allerta e notizie importanti.

Le allerte del Comune vengono inviate ai residenti sul telefono fisso.
Se vuoi riceverle anche sul cellulare REGISTRATI AL SERVIZIO.
(collegamento al sito http://registrazione.alertsystem.it/pievebovigliana)

Puoi anche registrarti su “Alert System” di altri Comuni: vedi quelli che lo hanno attivato nel Portale Provinciale. Lì troverai anche maggiori informazioni sul servizio.

In primo piano

AMMINISTRATIVE 11/06/2017 – RILASCIO NUOVE TESSERE ELETTORALI

COMUNE DI VALFORNACE

PROVINCIA DI MACERATA

 

RILASCIO NUOVE TESSERE ELETTORALI

 

AVVISO  A TUTTI GLI ELETTORI

PER ESERCITARE IL DIRITTO DI VOTO ALLE PROSSIME ELEZIONI AMMINISTRATIVE DI DOMENICA 11 GIUGNO 2017 NON  POTRA’ ESSERE UTILIZZATA LA VECCHIA TESSERA ELETTORALE PRECEDENTEMENTE RILASCIATA DAGLI EX COMUNI DI PIEVEBOVIGLIANA E FIORDIMONTE

PERTANTO

DA VENERDI’ 26 MAGGIO 2017

 E’ POSSIBILE RITIRARE PRESSO L’UFFICIO ELETTORALE

SITO IN VIA FORNACE

(Impianti sportivi ex Pievebovigliana)

LA  NUOVA TESSERA ELETTORALE

 

Si fa presente che la nuova tessera elettorale  potrà essere ritirata anche il giorno delle votazioni 11/06/2017.

Contributo per spese trasloco

L’ORDINANZA N. 21 DEL 28 APRILE 2017 HA DISCIPLINATO,  L’ASSEGNAZIONE DEI CONTRIBUTI PER TRASLOCHI E DEPOSITO TEMPORANEO DEI MOBILI DI ABITAZIONI DICHIARATE TOTALMENTE INAGIBILI.
CHI PUÒ ACCEDERE AL CONTRIBUTO:
Possono accedere al contributo i soggetti, la cui abitazione sia stata sgomberata per inagibilità totale (livello di danno E) a seguito di provvedimenti delle autorità competenti e che abbiano dovuto sostenere oneri per traslochi e/o depositi temporanei dei mobili e dei suppellettili, contenute nell’abitazione dichiarata inagibile e sgomberata.
I richiedenti possono essere i proprietari ovvero gli usufruttuari o i titolari di diritti reali di garanzia che si sostituiscano ai proprietari delle unità immobiliari danneggiate o distrutte dal sisma e classificate con esito E o anche il conduttore, il comodatario o l’assegnatario, purché alla data degli eventi sismici adibiti a residenza anagrafica ovvero ad abitazione principale, abituale e continuativa del conduttore del comodatario o dell’assegnatario.
Anche in caso di unità immobiliari concesse in comodato o assegnate a soci di cooperative a proprietà indivisa, mediante atti aventi data certa anteriore al verificarsi degli eventi sismici che hanno determinato l’inagibilità totale dell’unità immobiliare si può avere accesso al contributo.
IMPORTO DEL CONTRIBUTO
Il contributo è limitato alle spese effettivamente sostenute e documentate per il trasporto ed il deposito temporaneo di mobili e suppellettili. Il contributo non può superare l’importo di 1.500 euro per ciascun nucleo familiare. Nei casi in cui il deposito venga fatto in locali messi a disposizione dai comuni, come previsto dall’art. 3, comma 3 dell’ordinanza n. 9 del 2016 il contributo non potrà superare i 750 euro per ciascun nucleo familiare.
COME RICHIEDERE IL CONTRIBUTO
Il contributo va richiesto al Comune del luogo dove si trova l’unità immobiliare dichiarata inagibile entro il termine di sessanta giorni dal pagamento delle spese

Vi segnaliamo inoltre

Avviso e segnalazione

Terremoto del 26 ottobre 2016 e seguenti: apertura raccolta fondi.

Avviso e segnalazione

Delocalizzazione immediata e temporanea delle attività economiche danneggiate dagli eventi sismici del 24 agosto, 26 e 30 ottobre 2016. ORDINANZA N. 9 del 14/12/2016

Avviso e segnalazione

SISMA 2016: ATTIVAZIONE INDIRIZZO E-MAIL DEDICATO

Avviso e segnalazione

EMERGENZA TERREMOTO

Questo sito è realizzato da Task srl
ed è sviluppato secondo i principali
canoni dell'accessibilità.
Recupera la password