Sapienza del telaio

 Questo libro sta nascendo in una grande stanza e la grande stanza si trova in una casa immensa e l’immensa casa si innalza tra campi sconfinati. Rispetto a tante forme di vastità, appare miseramente circoscritto il rettangolo di carta bianca su cui devono passare le descrizioni che mi propone Maria Ciccotti. La quale, usa a tener fra le mani la spola per fantasticare con uccelli che volano sulle tovaglie e leoni che passeggiano sulle coperte e, se lascia la spola, è attratta dal bulino che incide realtà campestri sul legno di bosso, rifiuta di prendere in mano la penna per raccontare con parole, che giustamente sente inadeguate, una passione poetica che fedelmente le tiene compagnia. Con umiltà le ho offerto le mie tre dita che reggono una penna e non conoscono altri mestieri. Questo connubio, o simbiosi, o semplicemente amicizia vuol produrre un libro che racconti quell’antica arte che affrancò l’umanità dal bisogno di coprirsi con pelli scuoiate dagli animali e diede alle armoniose forme umane la copertura più idonea per non offuscarne la bellezza, ma anzi per accrescerne la dignità con il distanziarla dalle fiere e assimilarla a quegli antichi Dei che abitavano le vette dei monti e vestivano di candide nubi.

Autore :
Maria Remiddi
A cura di :
Comune di Pievebovigliana
Altre informazioni :
No
Tipo pubblicazione :
Libro
Questo sito è realizzato da Task srl
ed è sviluppato secondo i principali
canoni dell'accessibilità.
Recupera la password